Orario dei plessi

  

 

Orario 

Scuola dell’Infanzia: 8:00-16:00

Scuola Primaria (Delibera n. 40/2019 del Consiglio di Istituto):

Tempo normale: dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:00 alle 13:00, con rientro il martedì fino alle 16:00;

Tempo pieno: dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:00 alle 16:00. 

Scuola Secondaria di I grado (Delibera n. 46/2019 del Consiglio di Istituto):

Settimana di sei giorni, orario 7:55-12:55.

Settimana di cinque giorni, orario 7:55-13:55.

Ordine Scuola

Plesso

Quadro Orario

Tempo Scuola

Scuola Secondaria di I grado

Cordignano e Orsago

7:55/13:55 dal lunedì al venerdì

Tempo normale

(30 ore settimanali)

*

I ORA              7:55/8:55

II ORA             8:55/9:55

III ORA            9:55/10:45

RICREAZIONE   10:45/11:05

IV ORA             11:05/11:55

V ORA              11:55/12:55

VI ORA             12:55/13:55

 

Ingresso e uscita

Ogni mattina, prima dell’inizio delle lezioni, gli esercenti la responsabilità genitoriale sono tenuti a misurare la temperatura a bambini e ragazzi e, nel caso essa fosse superiore ai 37,5 ºC, essi non devono mandarli a scuola. All’ingresso dei plessi di Primaria e Secondaria saranno comunque presenti dei totem per la misurazione della temperatura, sotto la supervisione di un collaboratore scolastico.

In ciascun plesso, per l’ingresso e l’uscita verranno utilizzati tutti gli accessi disponibili; opportuna segnaletica orizzontale e verticale indicherà e regolerà accessi e flussi in ingresso e in uscita, nel rispetto delle misure di distanziamento vigenti.

Non sono previste entrate e uscite in orari differenziati.

Mensa

Il pasto scolastico non verrà consumato nei locali adibiti alla refezione, bensì nelle aule e negli spazi occupati ordinariamente durante l’attività educativa e didattica, previa sanificazione degli stessi.

Trasporti

Gli Enti Locali assicureranno il regolare trasporto degli allievi, in osservanza delle Linee guida ministeriali per il trasporto scolastico dedicato.

Si sottolinea che le presenti indicazioni potrebbero subire variazioni in relazione a ulteriori interventi normativi determinati dall’evolversi della situazione epidemiologica.